Ristoranti in provincia di Matera

Descrizione

Vitantonio Lombardo Ristorante prende il nome proprio dal suo Chef con l’intento di comunicare forte senso di familiarità, consentire a ciascun ospite di sentirsi a casa.

Una grotta del Rione Sassi lasciata al suo fascino naturale di proposito, su progetto dell’architetto Alessandro Tortorelli e desiderio di Vitantonio che ha scelto Matera ispirato da un luogo in cui cavità e convessità della pietra possono davvero dar vita ad esperienze di gusto senza tempo.

Gli ambienti sono irregolari, il tufo è a vista alternato da eleganti particolari in vetro trasparente che fungono da divisori fra la sala “grotta”, un ambiente con tavoli, ampio, con affaccio sulla grande cucina a vista, teatro del lavoro quotidiano dello chef e della sua brigata, la sala “cava”, più intima, e prossima alla fornita “cantina”, una grotta a temperatura, umidità e odore naturale visibile attraverso una enorme vetrata alta cinque metri sagomata riprendendo le forme della cavità che la ospita.

Un filo di marmo rosso nel pavimento accompagna ai tavoli e conduce fino in fondo al locale, dinanzi a due pareti di piante che riprendono colori e odori della murgia materana, gli stessi che si trovano al di fuori, al di là della porta di ingresso.

Gli arredi sono essenziali per dare centralità alla tavola, allestita con tovagliato bianco e una lampada che vi punta su per esaltare i colori di ciascun piatto, così come dev’essere per ciascuna opera d’arte.

Vitantonio Lombardo Chef nasce in Basilicata a Savoia di Lucania, nel 1979.

Il suo è stato un peregrinare presso alcune delle migliori corti gastronomiche italiane e internazionali per apprendere tecniche moderne, raffinatezza nei sapori e creatività: Paolo Teverini, Gianfranco Vissani e Fabio Barbaglini i suoi maestri.

Infine, la fraterna amicizia con Davide Scabin, fondata sulla stima reciproca, a cui Vitantonio ha dedicato la Pizza in Black, omaggio al famoso “Black is Black”.

Fra i passaggi più importanti della sua vita professionale c’è sicuramente la gestione del suo ristorante ai confini con la Basilicata che, nel 2011, gli è valsa l’assegnazione della Stella Michelin.

Stella che, riconfermata fino all’edizione 2017, resta, per lui, più che un traguardo, un punto di partenza per fare meglio.

 Vitantonio Lombardo Ristorante

VITANTONIO LOMBARDO RISTORANTE

Menu Degustazione "Mat.era" / € 50,00
Menu Degustazione "Mat.eria" / € 55,00
Menu Degustazione "Cuore.Testa.Pancia" / € 100,00

Vitantonio Lombardo Ristorante prende il nome proprio dal suo Chef con l’intento di comunicare forte senso di familiarità, consentire a ciascun...

Descrizione

Galeotta fu l’Osteria Francescana. Nel celebre tristellato hanno sgobbato per imparare un’arte, condiviso una bellissima esperienza e creato le fondamenta per una solida amicizia. Oggi, sono alla guida di una delle realtà culinarie più interessanti a Matera, una città dal fascino indiscusso e contraddittorio, sospesa tra passato e presente, alla ricerca di un nuovo equilibrio.

Michele Castelli chef, Virginia Caravita sous chef e Francesco Russo maitre del ristorante Dimora Ulmo sono giovani. Partiti e rientrati per creare e offrire una alternativa gourmet alla solita ristorazione incentrata sulla tradizione. Hanno fatto della passione un lavoro.

L’apertura è stata a settembre 2017, dopo una lunga e faticosa fase progettuale.

La location, nel centro storico, è una sezione di un palazzo signorile del ‘600 con affreschi d’epoca, i più recenti risalgono al ‘900. Non esiste una ricetta o ingrediente segreto per spiegare il feeling che si respira a Dimora Ulmo.

Il successo è fatto dalle persone, tutta la brigata condivide un obiettivo comune.

Michele Castelli ha 31 anni. Sei li ha trascorsi come capopartita in Francescana e 2 anni come executive chef al ristorante Italia di Bottura all’interno di Eataly Istanbul. I sui piatti sono puliti, raffinati e con pochi ingredienti. Utilizza la disciplina e la tecnica appresa nelle grandi cucine, per  esaltare la materia prima, locale e non, scelta con cura certosina.

E’ affiancato da Virginia Caravita 28 anni, compagna di vita e lavoro, per due anni capopartita presso “l’Erba del re” di Luca Marchini, una stella Michelin a Modena. Si occupa dei primi, è l’autrice, da buona emiliana, di una lasagna classica verde agli spinaci con ragù alla bolognese, besciamella, noce moscata e spuma di parmigiano reggiano da provare assolutamente. Virgina è meticolosa, ironica, l’anello di congiunzione  tra le tre spiccate personalità che operano tra la cucina, la sala e l’amministrazione.

Francesco Russo è il sommelier e responsabile dell’accoglienza, una presenza mai invadente, competente e bravo narratore dell’attività tra i fornelli. Ha un amore innato per le etichette lucane, è un vero e proprio ambassador.

E’ sua la carta dei vini con 800 etichette, di alcune tipologie sono disponibili le verticali complete anche nel formato magnum.

I coperti sono 30, nella terrazza panoramica che sarà utilizzata nella bella stagione saranno ridotti a 25.

La mise en place è minimalista, l’arredamento moderno, non passa inosservata la selezione di opere, alcune alquanto originali ma tutte di gran pregio volute dal socio Nico Andrisani, esperto di design.

“Siamo “clientocentrici” – afferma – Michele Castelli – il cliente prima di tutto, vinciamo quando l’ospite va via contento. Tornano per approcciarsi ad una ristorazione diversa, per essere coccolati dall’inizio alla fine e vivere un’esperienza prima sconosciuta. Apprezzano il servizio, la cura e l’attenzione che viene loro riservata”

Articolo a firma di Annalucia Galeone per CronacheDiGusto

 

 Dimora Ulmo

DIMORA ULMO

Menu Degustazione "Tradizione" / € 45,00
Menu Degustazione "Gourmet" / € 70,00

Galeotta fu l’Osteria Francescana. Nel celebre tristellato hanno sgobbato per imparare un’arte, condiviso una bellissima esperienza e creato le fondamenta per una solida amicizia....

STANO CUCINA CASERECCIA

Menu Degustazione "La Cucina Casereccia di Stano" / € 40,00

A ridosso del Sasso barisano, il ristorante Stano è uno dei simboli della riscoperta turistica della città sulla cui scia rinasce la ristorazione di qualità. La cucina...

Descrizione

BIOGRAFIA · Chef Nicola Popolizio 23 Luglio 1986 La cucina è una passione che ho da quando sono bambino, cucinavo con mia madre in casa e ricordo che mi divertivo da matti; oggi questa passione che ho coltivato per tutta la vita si è trasformata in lavoro e la voglia di apprendere e innovare in cucina mi ha portato a girare in varie città d'Italia Monopoli · 2007 La mia prima esperienza è iniziata all'età di 21 anni nella città di Monopoli presso il Relaise Chateax "Il Melograno"; qui ho imparato a lavorare la pasta fresca con le annesse farcie ed ho capito che tipo di cucina avrei voluto intraprendere. ROMA · 2008 Il mio viaggio è continuato a Roma presso l'Hotel De Russie dove ho lavorato in un grande team di circa 40 cuochi per un anno e mezzo. SELVA di Val Gardena · 2009 All' Alpenroyal Grand Hotel sono cresciuto lavorando accanto a Felice lo Basso, Chef Stellato che mi ha aiutato molto in questo percorso umano e professionale per cinque anni. LA STELLA da pasticciere · 2010 Con mio grande stupore e tantissimo impegno ho partecipato alla conquista della Stella Michelin come pasticciere e circa 4 anni dopo mi spostai a Milano. MILANO · 2014 Nel 2014 mi sono stabilito a Milano lavorando presso il ristorante "Unico" gestendo la cucina come Sous Chef. In questa ultima fase di questo percorso ho maturato una grande esperienza in termini di gestione e grazie alla mia tenacia e alla mia passione ho intrapreso questa nuova avventura qui a Matera. EGO GOURMET · 2016 Il 12 agosto 2016 ho inaugurato il mio ristorante "EGO · Enoteca Gourmet Origini" a Matera. Nel Bistrot della nostra struttura è possibile effettuare Fast Lunch e Business Lunch.

 Ego Premium Gourmet

EGO PREMIUM GOURMET

Menu Degustazione Lucana / € 40,00
Menu Degustazione Egò / € 60,00
Menu Degustazione "EGO PREMIUM GOURMET" / € 80,00
Menu Cenone di San Silvestro 2018 / € 130,00

BIOGRAFIA · Chef Nicola Popolizio 23 Luglio 1986 La cucina è una passione che ho da quando sono bambino, cucinavo con mia madre in casa e ricordo che mi divertivo da matti; oggi...